Osservatorio Prezzi

Referente: 
Periodo: 
02/01/2013
La complessità dei mercati internazionali delle commodities agricole nell'ultimo decennio si è ulteriormente ampliata e numerosi sono i fattori (drivers) che sono all'origine delle forti oscillazioni e della maggiore variabilià dei prezzi e dei fattori di produzione. I nuovi scenari, che in parte hanno anticipato le più recenti e profonde crisi finanziarie ed economiche, richiedono, oltre ad un loro continuo monitoraggio, delle analisi sempre plù approfondite per comprendere i loro effetti sulle singole produzione e filiere agroalimentari. La forte variabilità dei prezzi degli ultimi anni (con due picchi ravvicinati nel 2008 e 2011) ha determinato una loro maggiore volatilità che ha reso ancora più incerto il contesto in cui gli imprenditori agricoli e dell'industria alimentare prendono le loro decisioni. Proprio in questo contesto nasce l'idea di un Osservatorio dei prezzi che ha come principale obiettivo quello di analizzare in dettaglio i cambiamenti dei prezzi internazionali e il loro impatto diversificato sulle singole filiere che caratterizzano l'Unione Europea e l'Italia in particolare. Le variazioni dei prezzi saranno considerate, non solo come fattori di valorizzazione delle produzioni, ma anche in base al loro impatto sui costi di produzione. Infatti, alcune commodities agricole sono anche fattori di produzione (e.s. mais e soia per gli allevamenti), mentre importanti elementi dei costi derivano dai concimi, sia di derivazione sintetica (derivanti dal petrolio) che mineraria (fosfati), oltre naturalmente al costo de! combustibili. L'Osservatorio si propone quindi di aumentare le capacità di analisi e di comprensione delle principal! tendenze (trends) dei prezzi delle commodities e contribuire, da un lato, a rendere più consapevoli e meno incerte le scelte per gli imprenditori, e dall'altro, stimolare l'adozione di politiche (congiunturali e strutturali) volte a stabilizzare le crisi cicliche che interessano di volta in volta le diverse filiere del settore agroalimentare italiano ed europeo. La diffusione dei risultati si avvarrà di un apposito sito web e specific! Report trimestral!, workshops e incontri con i principali soggetti e attori del sistema agroalimentare.